Fondo Cellie

L'archivio documentaristico Cellie contiene materiale montato e non, realizzato tra gli anni '60 e '90 del secolo scorso dalle sorelle Lidia e Irma Cellie a documentazione di viaggi di esplorazione geografica ed etnodemoantropologica in tutto il Pianeta. Il materiale è costituito da 142 bobine in pellicola super8 e 19 videotape VHS, S-VHS e 3/4" U-MATIC


Piccole donne viaggiano - Un progetto transmediale per la valorizzazione dell'archivio Cellie


In giro per il mondo a caccia di guai e di... poesia

Da tempo le masse hanno scoperto i viaggi, e le agenzie turistiche sono subissate da richieste per le destinazioni più disparate, mentre televisione, stampa e Internet profondono a piene mani reportages, racconti e documentari.

 

Dappertutto si incontrano frettolosi gruppi di turisti.

 

Ma è questo il modo giusto di viaggiare alla scoperta del mondo?

 

La storia di Lidia e Irma Cellie, protagoniste di questo progetto multimediale e multipiattaforma, è quella di due viaggiatrici sui generis, caratterizzate da sempre dall'irrequietezza di chi non accetta l'ovvio. È la storia di chi ha sempre inteso il viaggio come scoperta, affrontandone le difficoltà con la capacità di coglierne ogni aspetto positivo e sorprendente.

 

Prima di Jack Kerouac e ricordando Bruce Chatwin, le sorelle Cellie hanno scelto di prendere la strada del viaggio negli anni in cui nasceva il turismo di massa, movimento che non lascia spazio alla riflessione. In alternativa al turista, Lidia e Irma propongono un viaggiatore, osservatore partecipante, Homo sapiens, e grazie alla mania di video-documentare i propri viaggi sono riuscite a creare un tipo di viaggiatore che riproduce a fini conoscitivi la propria esperienza: un Homo video-faber.

 

I loro documentari sono frutto di un lavoro attento e pianificato, che rende il viaggio un mezzo di conoscenza e un metodo di interpretazione della realtà, senza barriere identitarie. Da vere documentariste indipendenti lo sforzo costante delle sorelle Cellie è stato sempre rivolto alla ricerca di una cultura universalistica dimostrata anche dalla loro passione per l'esperanto. I loro viaggi, alla stessa maniera dell'esperanto, cercano quindi di creare una comunicazione basata su una lingua semplice ma precisa, composta da linguaggi visuali, letterari e artistici. Un esperanto multidisciplinare che cerca di accomunare le realtà sia nelle differenza che nelle similitudini.

Nato dalla collaborazione tra Eido Lab e Kinovan.com, il progetto multimediale Piccole donne viaggiano prevede il recupero e la rivitalizzazione dell'archivio cinematografico delle sorelle Cellie.

 

La catalogazione e la completa digitalizzazione delle oltre 100 ore di filmati super8 e video che compongono l'archivio, alcuni in precario stato di conservazione, costituiscono il primo passo del progetto.

 

Il passo successivo, che caratterizza il progetto rispetto a iniziative simili, è la condivisione in rete dei materiali audiovisivi. In piena sintonia con lo spirito pionieristico delle sorelle Cellie, la memoria privata diventa elemento di una sperimentazione collettiva.

 

Le nuove tecnologie digitali e il web 2.0 hanno rivoluzionato non solo i media ma anche la produzione e il linguaggio audiovisivo stesso, che oggi si alimenta di fenomeni come il crowdsourcing e si concretizza in progetti filmici collettivi, creati in rete da più autori.

 

In questa nuova realtà, un patrimonio audiovisuale privato diventa fruibile e utilizzabile per nuove produzioni digitali di utenti prosumer e freelance filmmaker, che intendano rielaborare e reinterpretare questi filmati con nuovi linguaggi; non solo immagini, ma elaborazioni musicali, sviluppo di format, scrittura creativa. Ordinati in una public library di facile consultazione online sotto licenza Creative Commons, i materiali delle sorelle Cellie sarranno disponibili per operazioni di digital remix che li rendano più attuali e contaminati con le espressioni e correnti artistiche contemporanee.

 

Eventi itineranti e una docu-fiction completeranno il progetto.

Lidia e Irma Cellie

Due donne, due pugliesi, due viaggiatrici appassionate e spericolate, due pioniere del video-documentario.

 

Le sorelle Lidia e Irma Cellie sono state tutto questo. Iniziando a viaggiare negli anni cinquanta le due intraprendenti sorelle Cellie, nate a Massafra e baresi di adozione, hanno visitato prima l'Italia poi l'Europa e il resto del mondo, con una interpretazione nuova dell'esperienza del viaggio.

 

Un viaggio che prima di tutto supera le logiche del turismo e quindi del consumo di massa. I viaggi di Lidia e Irma mostrano una alternativa agli spostamenti di gruppi affollati e affrettati che consumano il viaggio non riuscendo però a viverlo.

 

Contro un tempo modellato dai bisogni turistici mordi e fuggi l'esperienza delle due massafresi lascia la testimonianza di un viaggio in cui i tempi e i mezzi sono particolari modellabili dal viaggiatore non dalla agenzia che vende i pacchetti viaggio, un viaggio come scoperta di sè stessi strettamente collegata alla scoperta del cosiddetto straniero. Non una scoperta del diverso, dell'esotico, ma piuttosto una riscoperta dei territori e dei pensieri comuni al viaggiatore e al luogo visitato.

I viaggi di Lidia e Irma

1950 - Milano

1952 - Vienna

1952 - Atene / Rodi / Istambul

1958 - Magonza

1963 - Sofia

1963 - Canyons (Namibia / Israele / USA)

1965 - Giappone / Hong Kong

1966 - Russia

1967 - USA / Canada

1968 - Spagna / Canarie / Marocco

1969 - USA (Arizona)

1970 - Kenya / Uganda / Rhodesia / Sud Africa

1971 - Crimea

1972 - Polinesia

1973 - Sud America (Brasile / Ecuador / Bolivia)

1974 - Indonesia

1975 - Malaysia

1976 - India dall'Hindukush all'Himalaya

1978 - Birmania

1979 - Galapagos

1980 - Zaire

1980 - Turchia (Cappadocia)

1981 - Australia

1982 - Algeria

1984 - Alaska

1985 - Alaska / Groenlandia

1986 - Polonia

1986 - Tunisia

1988 - Venezuela

1989 - Canada

1991 - Namibia

1992 - Ceylon

1993 - Botswana

1994 - Yemen

1994 - Corea / Formosa / Filippine

1995 - India

1996 - Egitto

1997 - Kenya / Tanzania

1997 - Messico

1997 - Hawaii / Giappone

1998 - Niger

1999 - India (Sikkim / Assam)

1999 - Gabon

2000 - Parigi

2000 - Svezia

2001 - Madagascar

2002 - Mozambico

2002 - Passaggio a Nord Ovest