Partecipa e contribuisci in prima persona

diventa socio Eido Lab APS con soli 10€ l'anno!

Diventare soci Eido Lab vuol dire incontrarsi, condividere interessi e passioni, riscoprire il piacere di stare e di fare insieme. Si organizzano momenti di socialità, occasioni di formazione e conoscenza, si fa cultura. Eido Lab dà ad ognuno la possibilità di fornire le proprie idee e collaborare ad attività di promozione sociale nei settori della tutela e conservazione dei beni culturali, dell'elaborazione e divulgazione di iniziative legate alle interazioni tra cultura popolare contemporanea, comunicazione, media e tecnologie digitali.

 

Associarsi è un modo vivace e stimolante per realizzare e partecipare ad attività diverse, sulla base di interessi e passioni personali. Percorrere itinerari culturali non consueti, scegliendo prospettive e punti di vista inediti, aprendo al "mai visto". Tra le proposte, attività legate alla comunicazione, divulgazione, tutela e promozione del patrimonio culturale, di formazione e aggiornamento sui linguaggi dei media e le tecnologie digitali.

 

Essere soci permette inoltre di avvalersi delle attrezzature e competenze disponibili nell'associazione e offrire le proprie risorse per progettare e realizzare iniziative culturali e attività nel campo della creatività digitale.

 

Eido Lab APS è affiliata ad ARCI, quindi potete ritirare presso Eido Lab APS, senza nessun costo aggiuntivo, la vostra tessera ARCI valida da ottobre a ottobre dell'anno successivo.. (convenzioni e sconti ARCI)

 

Essere socio Eido Lab vuol dire anche:

  • condividere lo statuto dell’associazione e rispettarne le regole 
  • contribuire alle scelte associative partecipando alle assemblee e all'elezione degli organismi dirigenti
  • collaborare attivamente alla realizzazione delle attività sociali
  • tenere dentro e fuori il circolo comportamenti coerenti con i valori della libertà di pensiero e del rispetto dei diritti delle persone
  • essere cittadino responsabile e partecipe, attento ai problemi del territorio e della comunità

 

modalità di iscrizione

L’iscrizione all'associazione Eido Lab è per anno solare (cioè scade il 31 dicembre) ed ha un costo di 10 euro. Le iscrizioni raccolte dopo il 1° settembre decorreranno automaticamente dal 1° gennaio dell’anno successivo, salvo i rinnovi o le esplicite richieste di diverso tenore. 

I campi indicati con l’asterisco sono indispensabili per dar corso all'iscrizione; altri dati quali telefono e cellulare sono importanti per poterti contattare rapidamente se necessario. Infine, quello relativo alla modalità di conoscenza della nostra associazione ci è utile per valutare l’efficacia dei nostri canali informativi.

La compilazione del sottostante modulo ha valore di domanda di iscrizione, da perfezionarsi con la successiva accettazione della stessa da parte del Comitato Direttivo della'associazione, il pagamento della quota annuale e infine l'emissione della tessera sociale numerata.

Puoi pagare subito online la tua quota d'iscrizione annuale ad Eido Lab APS (10 euro) con Paypal o carta di credito cliccando sul tasto "Paga adesso", o scegliere un'altra modalità in fondo al modulo.


Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti


Commenti: 11
  • #11

    Daniela N. (domenica, 22 marzo 2015 15:42)

    Le iniziative di Eido Lab sono interessanti, originali e spunto
    di riflessioni.
    Atmosfera conviviale tra persone culturalmente aperte e
    curiose.
    Accuratezza nei minimi particolari (mi riferisco anche alle
    stuzzicherie dolci e salate ed alle gustose bevande!!!)

  • #10

    Giacomo B. (domenica, 22 marzo 2015 12:54)

    Singolare punto d'incontro di competenza ed esperienza professionale con un originale impegno culturale. Un riferimento consigliabile sia per il lavoro che per il tempo libero.

  • #9

    nino sisto (sabato, 21 marzo 2015 18:17)

    un'associazione a la page, originale, attiva e multiforme, dove è facile trovare, ora o a breve, qualcosa che collimi coi tuoi interessi.

  • #8

    Nicola (venerdì, 20 marzo 2015 17:03)

    Spunti interessanti in una atmosfera amichevole

  • #7

    Silvio (lunedì, 16 marzo 2015 22:03)

    Eidolab e' medicina per lo spirito

  • #6

    2G (lunedì, 16 marzo 2015 13:12)

    Eido Lab è un isola felice, un oasi culturale in mezzo
    al degrado sociale, culturale e morale che imperversa
    indisturbato non soltanto a Bari , ma in tutto il paese.
    Eido Lab è un luogo dove ricaricare le batterie, un luogo
    di speranza, un luogo di lotta, un luogo dove puoi
    incontare amici o fartene di nuovi, scambiarsi
    idee davanti a del buon cibo fatto in casa e a degli ottimi
    drink demoniaci che ti aiutano a stare caldo durante la via
    del ritorno verso casa, questo è solo una parte di Eido Lab,
    il resto venite a scoprirlo da soli...

  • #5

    eleonora (lunedì, 16 marzo 2015 12:46)

    Ho scoperto eidolab per caso e ne sono entusiasta per gli eventi, così eccentrici, così divertenti, così interessanti, così intriganti e stimolanti per il pensiero e la cultura di questa città. Ma soprattutto ringrazio Edoardo e tutti gli amici che vi collaborano e vi partecipano!

  • #4

    Luca Arcidiacono (domenica, 15 marzo 2015 12:52)

    Grande studio, grande disponibilità ma sopratutto un luogo dove creare e raccogliere idee.

  • #3

    Chiara A. (domenica, 15 febbraio 2015 23:08)

    Una realtà "eccentrica" nel cuore di Bari che stimola, colpisce e lascia il segno. Per quella che è la mia esperienza personale, Eido Lab spicca fra tutte le aziende e associazioni che si occupano di audiovisivo e, più in generale, di condivisione di autentiche passioni. In un momento storico di degrado sociale in cui la disoccupazione e i luoghi comuni dilagano e libertà di espressione è sulla bocca di tutti ma nelle mani di pochi (smartphone a parte), le iniziative di Eido Lab sono un diversivo rispetto alla routine proposta dai mass media o agli ambienti accademici e autoreferenziali. La vision dell'associazione è infatti condivisibile liberamente da chiunque voglia tuffarsi e navigare nel mare della creatività, ritagliandosi delle occasioni, più uniche che rare, di partecipazione attiva e formazione (grazie agli strumenti di didattica alternativa di cui si avvale brillantemente). Ogni incontro è curioso, accattivante, connotato da un clima surreale, conviviale e spesso dissacrante. Una piccola grande risorsa, irrinunciabile per chi, come me, non ha paura di confrontarsi con il nuovo ed il diverso. Quando professionalità e originalità avanzano di pari passo...

  • #2

    Domenico B. (sabato, 31 gennaio 2015 20:19)

    È complesso, nell'ora presente, trovare una voce fuori dal coro. Non intendo una voce di natura esclusivamente lavorativa: intendo una voce che si levi dal "brusio" piatto e stagnante della cultura diffusa. Eido Lab, da questo punto di vista, è quel grido acuto di (sane, stimolanti e divertenti) bizzarrie della storia del visivo, del concettuale, del contenutistico. Grida che hanno avuto una loro traduzione reale e tangibile nel mondo attraverso un "club" (e qui gli amanti della letteratura già impazzirebbero) "aperto a tutti gli aperti", dove ogni goloso di argomenti (ma non per questo scadenti) può non solo assistere a eventi (ma in realtà esperienze vere e proprie, comprese quelle del gusto), ma può proporne e realizzarne di propri. Un luogo, insomma, per gourmands open-minded, contro il logorio della vita moderna, contro il conformismo che ormai è in ogni dove. Bravi.

  • #1

    Francesco La Tegola (sabato, 03 gennaio 2015 16:24)

    Ieri sera ho coronato un piccolo sogno. Niente di che, nulla che possa cambiare la vita, però ho potuto finalmente parlare, di fronte a una platea di persone, molte più di quanto avrei mai potuto sperare, di un argomento a me molto caro, che a mio parere andrebbe scoperto e rivalutato anche dalla cultura "seria".
    Sono almeno due anni che cercavo di portare in pubblico questi argomenti, ricevendo solo rifiuti dalla cosiddetta "intelligentia". Il che la dice lunga sul bigottismo e il bieco perbenismo insito nella maggior parte degli operatori "culturali", che hanno ormai ridotto la cultura a qualcosa di arido, ideologico, puramente museale e referenziata, non a caso totalmente dipendente da finanziamenti pubblici.
    Dunque non posso far altro che ringraziare Edoardo Nicoletti e tutti coloro che hanno preso parte alla serata di ieri del @CircoloEccentrico, sperando di non avervi disgustato troppo, ringraziando per l'esistenza di questo piccolo rifugio dalla mediocrità e dal conformismo.
    Ringrazio gli amici presenti, gli amici assenti*, gli amici lontani che avrebbero voluto presenziare, alcuni dei quali mi hanno persino chiesto una copia del discorso o di fare un collegamento Skype.
    Vi amo tutti.
    *ampiamente giustificati se avevano cose più importanti da fare, non che sia difficile eh.